ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
DatabaseAutoriSchede




In questa pagina:
Biografia
Dicono di lui
Index

Pagine correlate:
Zagor

  Marcello Toninelli
Nato a: Siena
Data di Nascita: 25.06 1950
scheda di Fabrizio Gallerani

Biografia

Appena diciottenne, esordisce nel modo nei fumetti scrivendo e disegnando la striscia Dante (una parodia caustica della Divina Commedia) per la storica rivista "underground" Offside, pubblicata a Roma. Ma, subito dopo la pubblicazione, la rivista chiude i battenti e Toninelli decide di abbandonare il settore per un più stabile impiego in Banca.

(10k)
Marcello Toninelli, autoritratto
   
1973| Tuttavia, dopo soli tre anni, al termine del servizio di leva che lo obbliga ad interrompere la sua esperienza lavorativa, decide di tornare al fumetto. Grazie all'amicizia con Bonvi, collega della passata collaborazione con Offside e con il quale aveva collaborato al progetto, poi mai concretizzato della rivista Undercomics per la Dardo di Casarotti, entra in contatto con l'Ediperiodici e ottiene la possibilità di disegnare un paio di storie per Telerompo, testata di satira televisiva scollacciata sulla quale esordirà anche il giovane Manara, su testi di Silverio Pisu.

1974| Dopo un anno di stasi, durante il quale la liquidazione della banca assume una importanza fondamentale per la sopravvivenza :-), gli viene assegnata, grazie alla mediazione della neonata agenzia di promozione di Gianni Bono, la realizzazione grafica delle Sexy Operette, ennesima variazione sul tema delle parodie (qui il bersaglio sono le operette musicali apparse in quegli anni alla televisione) su testi di Andreina Repetto. Successivamente i testi passarono ad Eddy Segantini (oggi rinomato cronista dell'Unità) e, dopo la sua defezione, allo stesso Toninelli, che continuò a realizzarli fino a tutto il 1979.

1978| L'avventura del fumetto erotico ha già iniziato la sua parabola discendente, quando, al termine della realizzazione delle Operette, Toninelli va ad inchiostrare i ben più "efferati" La Donna Ragna (poi diventata La Donna Tarantola) e Le Fantastiche Quattro (che ben presto rimarranno in Tre), mentre arriva un suo rifiuto per l'eccessiva violenza presente nelle trame della terribile Gengis Khana.

1979| Al termine della sua esperienza con il fumetto erotico, prende contatto con Luciano Secchi, per il quale realizza, testi e disegni, il personaggio di Sonny Sold, pubblicato sul neonato settimanale Adamo, edito dall'Editoriale Corno. La collaborazione con la Corno, dura fino alla chiusura del settimanale, avvenuta un paio d'anni più tardi.

1980| Per il settimanale della Corno realizza anche le matite (le chine erano dell'esordiente Stefano Casini) de I ragazzi di Stoner, serie scritta da Graziella Mariani, con un protagonista graficamente ispirato a Spencer Tracy e tre comprimari che avevano le fattezze di altrettanti "idoli" dei giovani del momento, quali Blondie (la cantante), Branduardi e Alan Sorrenti :-). Sulla medesima lunghezza d'onda anche il progetto, suoi sia i testi che i disegni, poi mai realizzato de Agenzia Investigativa La Griffe, che aveva come protagonisti "l'originale" accoppiata Dalla - De Gregori. In questo periodo scrive anche alcune sceneggiature per i settimanale dell'Eura Editoriale, Skorpio e Lanciostory, disegnate fra gli altri da Rotundo, Pepe, Chiarolla e Montanari.

1981| Dopo numerosi tentatitivi falliti di proporsi come disegnatore (il suo tratto è giudicato troppo umoristico) Toninelli, sempre sotto l'ala protettiva di Bono, approda alla Bonelli come sceneggiatore di Zagor. Al 1981 risalgono i suoi primi soggetti approvati (firmati con la sigla Staff di If, L'agenzia di Bono) mentre la sua prima sceneggiatura, "Il filtro diabolico", viene pubblicata nel 1982 sui nn. 203/205 di Zagor con i disegni di Franco Bignotti.

1982-84| In breve Toninelli diventa lo scrittore principale di Zagor (in questo periodo le sue storie sono intervallate soltanto da una manciata di sceneggiature scritte da Sclavi, Castelli e Pellizzari) e approda anche sulla serie de Il Piccolo Ranger di Andrea Lavezzolo e di Kerry il trapper (creata da Tiziano Sclavi) per la quale scriverà gli ultimi tre episodi, pubblicati in appendice ai nn. 216-221 del Comandante Mark, per i disegni di Stefano di Vitto e Marco Bianchini.

1985-87| Mentre collabora anche all'unica esperienza editoriale bonelliana dedicato all'enigmistica (L'Enigmistica Illustrata, fedelmente ricalcata sul modello della ben più nota Settimana Enigmistica) come autore completo di strisce umoristiche, fonda, assieme ad un piccolo gruppo di amici sceneggiatori e disegnatori (Stefano Casini, Paolo di Pietrantonio e Renzo Sciutto) le Edizioni 50, che pubblicano, sull'onda della moda delle riviste d'autore, la sperimentale Prova d'autore nonchè la sua versione definitiva, Fox Trot, rivista dove, oltre alla riproposizione di alcuni suoi vecchi personaggi (tra i quali Dante e Sonny Sold, qui ribattezzato Lank) verranno tentati molti interessanti esperimenti di autoproduzione, anche in collaborazione con i suoi colleghi. Nascono le strisce del Il Pinguino Colofòn, Il Cane Giallo, Foxie e Hank Silicon (su testi di Renzo Sciutto), le serie de La Mummia Rossa e I Guanti Neri (disegnate da Stefano Casini), Umberto Bogarto (disegnato da Francesco Conchetto) e i racconti Lettere d'oro, La Fuga (disegnato da Max Bizzozzero), Una vecchia Pista Indiana (dove Toninelli ripassa le matite di Stefano Casini) Achab (su testi di Renzo Sciutto), Leggi-le-facce e L'etrusco. Entrambe le esperienze termineranno dopo un paio d'anni, nel 1987.

1987-89| Il suo lavoro per Zagor continua incessante, mentre la sua prima esperienza editoriale volge al termine: le ultime produzioni comprendono una affettuosa rivisitazione del Capitan Miki della EsseGesse, Marshall Mickey, presentato come numero unico in una nostalgica edizione a striscia e del quale realizza sia testi che i disegni, e la pubblicazione di Fritto Misto, rivista umoristica per la quale crea il personaggio di Superstrunz, il primo supereroe scatologico.

1989| Si concretizza la seconda fase dell'esperienza editoriale di Toninelli: dalle ceneri della defunta Edizioni 50 nasce la NED 50 (Nuove Edizioni 50) che raccoglie il testimone dell'esperienza editoriale della storica fanzine Fumo di China (in precedenza autoprodotta e successivamente editata nelle librerie da Alessandro Distribuzioni), tentandone lo sbarco nelle edicole. Formato e grafica sono riprese dall'esperienza di Fox Trot e ne caratterizzeranno l'aspetto per tutti i numeri futuri: Toninelli ne sarà il Direttore fino al n.56 del marzo 1998.

1990-91| Toninelli scrive alcune sceneggiature per i nascenti Dylan Dog (pubblicate sui numeri 21 e 44) e Nick Raider ("Omicidio alla finestra" sul n.42) , mentre inizia a diradarsi la sua produzione zagoriana: dopo circa un decennio di avventure nel solco della tradizione, le sue idee su di un possibile restyling del personaggio non trovano d'accordo i vertici della casa editrice (Decio Canzio e Sergio Bonelli in primis) e Toninelli inizia a disinteressarsi della serie. La sua collaborazione con la Bonelli termina definitivamente nel 1991, ma la sua ultima sceneggiatura sarà pubblicata soltanto nel 1993, sul n.332/334 di Zagor ("Il Sergente di ferro").

1992-94| Inizia la sua collaborazione con Il Giornalino delle Edizioni Paoline, per le quali, oltre ad alcune storie brevi, crea la serie Prof. Van Der Groot, Agenzia Scacciamostri. Per Granata Press scrive i testi della miniserie di quattro numeri in formato comic-book, Dark (nonchè testi e disegni di Lady Crime, fumetto nel fumetto, pubblicato in appendice) disegnata da Alfio Scalisi, Paolo Bisi e Patrizia Mandanici. Collabora brevemente e solo nella fase iniziale alla rinascita di Tiramolla, scrive alcune sceneggiature per Gordon Link, personaggio creato da Gianfranco Manfredi per la Dardo e per Lazarus Ledd, creato da Ade Capone per la Star Comics.

1995-2001| Rivisita Dante, la sua striscia d'esordio, prima pubblicandola a fascicoli per la NED 50, e successivamente, a colori e rimontata in brevi puntate, sul Giornalino. Crea Shanna Shokk per la Star Comics, realizzandone testi e disegni: alla chiusura della serie la proseguirà per alcuni numeri pubblicandola con la sua etichetta, che ha mutato il nome in edizioni Foxtrot, assieme alla riproposta di altri suoi vecchi personaggi. Le ultime sue creazioni sono la Storia del Duce a fumetti, ironica rivisitazione del ventennio fascista, pubblicata in un fascicoletto allegato al mensile Storia Illustrata delle Edizioni Portoria, le strisce di Star Wars, parodia delle Guerre Stellari lucasiane, sulla scia del sequel uscito nei cinema durante il 2000 e Sonia Strip, striscia metafumettistica, pubblicata su Fumo Di China.


Dicono di lui..

"Il passaggio delle sceneggiature di Zagor ad un altro autore ha posto non pochi problemi [...] ma Marcello Toninelli non si scoraggiò, e, forte della sua esperienza di lettore zagoriano, inanellò una lunga serie di episodi inseguendo anche lui, come avevo fatto io, il difficile equilibrio fra vicende western e trame fantastiche. La sua professionale determinazione di mantenere il re di Darkwood aderente alle caratteristiche originali lo portò spesso, giustamente, a rispolverare comprimari che il pubblico aveva già conosciuto in passato. A distanza di tempo, penso che Toninelli abbia gestito nel modo migliore un eroe che, ormai fissato nell'immaginario dei sui aficionados, poneva molti limiti alla sua creatività e alla sua fantasia."

Sergio Bonelli


Index Personale

Testi
Dylan Dog 1988| 21'
1990| 44
Lazarus Ledd 1994| ex1
1995| 19
Nick Raider 1991| 42
Zagor 1982| 203/205
1983| 212/214 215/217 217/219 219/221
1984| 223/224 224/226 229/231 231/234
1985| 236/237 237/238 238/239 239/241 241/243 243/244
1986| 247/248 253/255 255/258
1987| 260/261 261/263 265/267 268/269 269/271
1988| 271/273 273/275 sp1 281/282
1989| 282/284 284/286 sp2 287/289 291/293
1990| 296/297 298/299 sp3 300 301/302 303/304 304/305
1991| 306/307 313/316 316b/318
1992| 321/322
1993| 332/334

 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §