ubcfumetti.com
Indice del SitoNovità !Cerca nel SitoScrivi a uBC
DatabaseAutoriSchede




In questa pagina:
Biografia
Dicono di lui
Index

Pagine correlate:
Intervista di uBC

  Angelo Stano
Nato a: Santeramo, Bari
Data di Nascita: 06.01 1953
scheda di Fabrizio Gallerani

Biografia

1971| Conseguita la maturità artistica si iscrive, senza molta convinzione, alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, ma già dopo sei mesi abbandona l'Università e torna a Bari, dove ha la sua prima esperienza come grafico pubblicitario.

(6k)
autoritratto di Angelo Stano
   
1973| Assolti gli obblighi di leva, torna a Milano, questa volta con l'intenzione di concretizzare una esperienza lavorativa nel settore dei fumetti, la sua passione di sempre. Francesco Paolo Conte, l'allora direttore de L'Avventuroso gli commissiona quello che sarà il suo primo lavoro: la riduzione, su testi di Catalano, del romanzo "Dalla Terra alla Luna" di Jules Verne.

1975| Seguono una manciata di storie brevi per Audax edito dalla Mondadori e un racconto per la Collana Super Eroica, edita dalla Dardo.

1975-77| Poi, per tre anni, collabora con l'illustratore Pino Dangelico alla realizzazione delle matite di numerose copertine delle testate della Ediperiodici (la concorrente della Edifumetto di Renzo Barbieri): Terror, Oltretomba, Zordon, De Sade e altre, anche di genere non erotico.

1977| Grazie alla mediazione di Gianni Bono, riprende la collaborazione con la Dardo, disegnando alcuni episodi (tra i quali qualcuno ancora inedito) per il periodico Uomini e Guerra, su testi di Fattori e dello Staff di IF (nome del collettivo di autori che fa capo allo studio IF di Gianni Bono).

1977| Sempre in quegli anni inizia la collaborazione con il Corrier Boy (l'involuzione dello storico Corriere dei Ragazzi) edito dal Corriere della Sera, che durerà ben otto anni. Per la testata realizza per intero i disegni degli episodi di Charlie Charleston, personaggio creato da Grandi. Per questa serie, scritta anche da Nino Cannata e Fuschino, lo stesso Stano si cimenta anche nei testi: questi episodi sono stati ristampati in due albi monografici dalla Phoenix di Daniele Brolli nel 1994.

1981| Terminato Charlie Charleston, la sua collaborazione con Corrier Boy prosegue con un paio di episodi di Susy Strike, serie ideata da Ferri e con numerosi racconti liberi, ai quali collabora anche per i testi ("Viaggio a Matera", uno dei racconti scritti da Stano è stato ristampato in veste lussuosa dalla R&R Editice nel 1992). Tra questi una delle prime opere di un giovane Ade Capone. Nello stesso anno disegna anche un paio di racconti per la testata concorrente, l'Intrepido della Casa editrice Universo.

1982| Incuriosito dal portfolio di presentazione che Castelli ha preparato in occasione del lancio del suo Martin Mystère, Stano si propone per entrare a far parte dello staff dei disegnatori. Esegue alcune tavole di prova, che vengono subito approvate da Castelli, ma alla fine non si concretizza un accordo: probabilmente la sua ambizione non confessata era quella di potersi affermare come autore completo.

1982-83| Con questa precisa intenzione propone a Luigi Bernardi, allora direttore di Orient Express, un soggetto da lui scritto e disegnato: Limbo Rock. Il progetto viene accettato, ma la prematura chiusura della testata ne impedisce la realizzazione.

1984| Per nulla scoraggiato, si propone anche a Corto Maltese. La storia presentata, sceneggiata da Benedetti, viene però rifiutata dalla direttrice Fulvia Serra, ufficialmente perchè non in linea con la testata. Lo stile di Stano, tuttavia, è già notevole e viene apprezzato.

1984-85| Affascinato dalla lettura di Rebecca, Stano cerca di cerca di entrare in contatto con Renato Queirolo, l'autore dei testi, che, in quel periodo, è già in forze alla Bonelli come redattore. Insieme avviano un progetto molto ambizioso, pensando al mercato francese, Blade, che tuttavia rimarrà incompiuto.

1985| Grazie alle frequentazione della redazione bonelliana, conosce Tiziano Sclavi che sta preparando il suo Dylan Dog, e che riesce a convincerlo ad entrare a far parte dello staff dei disegnatori. Gli viene affidata la prima storia e si pensa a lui anche per le copertine, ma alla fine gli viene preferito il più classico Claudio Villa.

1988| Esce la sua seconda storia per Dylan Dog, i n.25 "Morgana", sempre per i testi di Sclavi, nella quale si ritrae nelle vesti autobiografiche del disegnatore Crandall Reed.

1990| Diventa il copertinista della serie con il n.42. Il successivo n.43 "Storia di Nessuno" lo vede ancora ai pennelli della testata, dopo due anni esatti dalla sua ultima storia.

1991-92| Realizza i due racconti brevi, sempre su testi di Sclavi, che compaiono in appendice nei volumi delle ristampe cartonate Mondadori dedicate a Dylan Dog: La bambina, su "L'indagatore dell'incubo" e La piccola biblioteca di Babele, su "Gli orrori di altroquando". Disegna i Tarocchi dell'incubo (con Dylan Dog protagonista) per Lo Scarabeo e si occupa anche di tutte le copertine e le illustrazioni dei romanzi di Tiziano Sclavi editi da Camunia e di quelle della collana di romanzi per ragazzi Super Junior Horror edita da Mondadori.

1992| Riceve il premio Bonaventura di Treviso Comix per la sua collaborazione al primo cartonato Mondadori.

1992-93| Oltre alle copertine della serie normale, a quelle degli speciali, degli almanacchi, dei cross-over, dei giganti, degli Oscar e dei Volumi cartonati Mondadori, Stano realizza anche le illustrazioni legate a Dylan Dog per le innumerevoli iniziati collaterali che nascono in questo periodo. Diari e agende per De Agostini e la stessa Mondadori, la campagna antidroga nel 1992, il Dylan Dog Horror Fest, la copertina del n.3 (1993) del mensile Sette, supplemento del Corriere della Sera, vari illustrazioni erotiche per i numeri 12 e 13 di Glamour International e la copertina e il poster di Max del febbraio 1993.

1993| A maggio, la giuria del premio ANAFI gli conferisce un premio speciale per la sua attività di copertinista.

1995| Escono sia il n.100 di Dylan Dog "La storia di Dylan Dog", scritto da Sclavi e, come è tradizione degli albi Bonelli a doppio zero, interamente a colori, e il racconto breve "Era morta", sempre su testi di Sclavi, contenuto nel gigante n.4.

1997| Ultimi bagliori per l'oggettistica legata all'idagatore dell'incubo: Stano realizza le illustrazioni del calendario di Max allegato al numero di dicembre del 1997.

1999| Stano continua la sua collaborazione a Dylan Dog e la sua attività di insegnante presso la Scuola del Fumetto di Milano, iniziata nel 1981.


Dicono di lui..

"Stano è un artista prestato al fumetto. Come lo sono stati Di Gennaro, Battaglia e Pratt. Artisti veri e completi, di grande cultura e sensibilità, che invece di fare quadri ed esporli in una mostra per pochi hanno scelto di far vedere le loro opere a tutti, contrabbandandole come fumetti. Un prestito prezioso. Ecco, tutte le volte che Stano mi fa un disegno mi sembra che mi dia dei soldi (e cifre folli, mica due lire). Anzi, aspetto con terrore che mi chieda di restituirgli tutto in una volta. Per ora mi limito ad essergli grato. E non fate i furbi, non voltatevi dall'altra parte: Stano ha prestato dei tesori anche a voi. Anzi, soprattutto a voi. Tutti dobbiamo essergli grati."

Tiziano Sclavi

"Di Stano mi colpisce soprattutto la concisione esistenziale. Mai una parola di troppo, mai una banalità. Credo che trovi qualche difficoltà a dire buongiorno. Ma chi è questo signore? Un prussiano o meglio quello che noi pensiamo debba essere un junker prussiano? No, è pugliese. La Terra di Lavoro dà spesso uomini come lui. Sobri, essenziali, quasi ascetici. Come avviene nei grandi disegnatori, Stano parla con il pennello. Ed è allora che mostra il tocco della grazia, l'eleganza grafica, la capacità d'incantare. Ma, quando occorrre, anche la grinta di chi, conoscendo come stanno le cose nella realtà, sa sfoggiare la necessaria crudezza."

Decio Canzio


Index Personale

Disegni
Dylan Dog 1986| 1
1988| 25
1990| 43
1991| rb8
1992| rb11
1995| 100
1997| g6B
1999| g8d g8a

 
Dylan Dog
Nei volumi Mondadori
91| "La bambina", in appendice al volume L'indagatore dell'incubo.
92| "La piccola biblioteca di Babele", in appendice al volume Gli orrori di altroquando.

 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §