Salta direttamente al contenuto

Divoratore di anime, Il

come sfruttare una maledizione
Scheda di  |   | dampyr/


Divoratore di anime, Il
IT-DP-108


uBCode: ubcdbIT-DP-108

Divoratore di anime, Il
- Trama

Il "divoratore di anime" che dà il titolo alla storia è Brungevin, un negriero di Bordeaux del diciottesimo secolo, che una maledizione ha reso immortale e in grado di "cibarsi" della forza vitale di chi lo circonda. Ai giorni nostri ha intrapreso una fruttuosa carriera come sfruttatore di prostitute, e chi se non Harlan potrà fermarlo?

Valutazione

ideazione/soggetto
 4/7 
sceneggiatura/dialoghi
 3/7 
disegni/colori/lettering
 5/7 
 57
data pubblicazione Mar 2009
testi (soggetto e sceneg.) di ubcdbGiovanni Di Gregorio
copertina di ubcdbEnea Riboldi
disegni (matite e chine) di ubcdbArturo Lozzi
copertine
Dampyr 108<br>copertina di Enea Riboldi<br><i>(c) 2009 Sergio Bonelli Editore</i>
tag
, , ,

Annotazioni

Commento critico

Dopo la storia del mese scorso, un'altra avventura di Dampyr si apre con un flashback di ambientazione marittima. In questo caso non c'entrano i pirati, ma una maledizione di uno stregone africano. Una maledizione abbastanza singolare, visto che colui che dovrebbe esserne la vittima - "condannato" a distruggere chi gli sta accanto - riesce a tramutare in un enorme vantaggio quella che è stata pensata come una iattura.
La vicenda scorre via senza scossoni né colpi di scena, ma anche senza passi falsi, seguendo un percorso però fin troppo prevedibile. "Il divoratore di anime" è una storia di passaggio che mette in campo un "mostro del mese" piuttosto efficace ma non certo memorabile, proprio come l'avventura in sé. Giovanni Di Gregorio, alla sua seconda prova dampyriana, non rinuncia ad affrontare ancora una volta un tema sociale come sfondo alla storia (nel suo esordio, il n.80 "Il signore delle maschere", si parlava della situazione politico-sociale in Nicaragua), ovvero lo sfruttamento della prostituzione e dell'immigrazione clandestina. Si nota senza dubbio come il tema stia a cuore all'autore, ma purtroppo il modo in cui viene inserito all'interno della vicenda non rende giustizia alle buone intenzioni di partenza.
Inoltre la sceneggiatura ripropone alcune delle perplessità che avevano contraddistinto "Il signore delle maschere", soprattutto riguardo alcuni passaggi poco approfonditi (ad esempio il modo in cui Amadou arriva alla conclusione che il responsabile delle morti di immigrati clandestini è Brungevin, su cui circolano solo leggende poco conosciute), passaggi sì poco rilevanti, ma che uniti con una galleria di personaggi poco approfonditi, finiscono per indebolire l'impianto della storia

Buona la prova di Arturo Lozzi, che ormai è diventato uno dei punti fermi dello staff di disegnatori della testata, e garantisce sempre un rendimento molto alto, con una buona capacità di adattarsi alle diverse esigenze. In una storia piena di scene d'azione come questa, Lozzi riesce a curare con particolare attenzione anche le espressioni dei personaggi, e la figura dello stesso Brungevin, contribuendo in modo decisivo alla riuscita del cattivo di turno.

Note e citazioni

  • Tra le vittime di Brungevin, secondo Amadou ci sono anche le mummie conservate nella torre campanaria della basilica di Saint-Michel a Bordeaux. Si tratta di mummie rinvenute in uno stato di conservazione inspiegabilmente buono ed esposte per molti decenni nella cripta della chiesa. Le mummie, di cui parla anche Victor Hugo nel suo quaderno di viaggio "Alpes et Pyrenées" pubblicato postumo nel 1890, sono piuttosto note agli appassionati, al pari di quelle nelle catacombe del convento dei Cappuccini di Palermo.

La frase

"E' grazie a voi se il nome di Brungevin ormai appartiene a un passato di catene e navi negriere...e da quel passato non ritornerà mai più".
Il congedo di Amadou da Harlan, Kurjak e Tesla, pag.98.

Personaggi

Harlan
Kurjak
Tesla
Brungevin[+]
Amadou, presidente di "Noir et blanc"
Coralie, collaboratrice di Amadou
Madame Jagua, complice di Brungevin
Adanna, prostituta
Christelle[+]
Marie[+]

Locations

Bourdeaux La Rochelle

Elementi

Stregoneria Schiavismo

Condividi questa pagina...