Salta direttamente al contenuto

Maledizione di Sinistrari, La

processo a Caleb
Scheda di  |   | dampyr/


Maledizione di Sinistrari, La
IT-DP-104-105


uBCode: ubcdbIT-DP-104-105

Maledizione di Sinistrari, La
- Trama

Per Caleb è il momento di essere giudicato per aver violato le leggi dell'Equilibrio, proprio mentre Harlan, Kurjak e Tesla sono vittima del più infido degli attacchi di Nergal.

Valutazione

ideazione/soggetto
 5/7 
sceneggiatura/dialoghi
 5/7 
disegni/colori/lettering
 6/7 
 76
data pubblicazione Nov 2008 - Dic 2008
testi (soggetto e sceneg.) di ubcdbMauro Boselli
copertina di ubcdbEnea Riboldi
disegni (matite e chine) di ubcdbMichele Cropera
copertine
Dampyr 104<br>copertina di Enea Riboldi<br><i>(c) 2008 Sergio Bonelli Editore</i> Dampyr 105<br>copertina di Enea Riboldi<br><i>(c) 2008 Sergio Bonelli Editore</i>
tag
, ,

Annotazioni

Una questione di Equilibrio

In Dampyr, ormai è evidente, nulla accade per caso e ogni evento, anche secondario, può avere degli sviluppi futuri. Quando nelle ultime battute del n.64 "I sogni di Lisa" si parlava delle possibili conseguenze per Caleb, che pur di salvare Harlan aveva lasciato la sua postazione di Praga (infrangendo così le Leggi dell'Equilibrio), era chiaro che non si trattava di una minaccia vana.
Ora, a distanza di anni, la macchinosa burocrazia del Tribunale della Legge si è finalmente decisa a chiamare Caleb, difeso da Anyel, a rispondere della sua infrazione. Il processo tiene Caleb lontano dalla sua postazione terrena, e per Nergal questa è l'occasione più propizia per sferrare un attacco congiunto al dampyr e ai suoi alleati più cari: Kurjak, Tesla e anche la povera Hanneke che, inconsapevole di tutto, si trova a Praga per passare qualche giorno con Harlan.

La prima parte della vicenda è una macchina perfetta, così come lo sono le trappole di Nergal che scattano l'una dopo l'altra senza lasciare nessuna possibile via di scampo ai nostri eroi. La gravità della minaccia diventa sempre più evidente man mano che la vicenda procede, grazie a una sceneggiatura impeccabile, e non sembra davvero esserci possibilità di salvezza per i nostri.
La seconda parte non si mantiene sullo stesso livello, e il modo in cui la vicenda giunge a una risoluzione positiva risulta quantomeno forzato, quasi che il piano di Nergal fosse troppo difficile da rovesciare perfino per Boselli, che deve ricorrere a stratagemmi a volte fuori registro (uno su tutti: la proiezione "Second Life" di Tesla) per salvare i protagonisti.
Una volta liberati Harlan, Kurjak e Tesla dalle rispettive trappole, la storia giunge in maniera prevedibile ad un finale che non porta gravi sconvolgimenti né per i protagonisti né per gli antagonisti e questo è un altro difetto. Le scene più riuscite di questa seconda parte sono quelle legate all'aspetto legal, ovvero dal processo contro Caleb in cui l'autore riesce a trovare un difficile equilibrio tra tensione e surrealismo. Lo stesso equilibrio - con la 'e' minuscola - che invece viene meno nel confronto finale con tutte le forze in campo nel mondo di Eblis, che lungi dall'avere il pathos di uno scontro decisivo diventa una specie di parodia fantasy con un'accozzaglia di personaggi perlopiù superflui e comunque poco interessanti.

Ottima prova ai disegni per Michele Cropera, alla sua seconda apparizione sulle pagine della testata. L'ex colonna di Lazarus Ledd conferma quanto di buono aveva fatto vedere al suo esordio nel n.81 "Harlequin", risultando molto efficace sia nella resa dei personaggi che degli ambienti, e conferendo un valore aggiunto alle ambientazioni metafisiche (decisamente più riuscite tanto più sono lugubri), e mantenendo una qualità costante nel corso dei due albi.

Note e citazioni

  • Al termine del n.64 "I sogni di Lisa" Caleb si materializzava a Cracovia per salvare Harlan dalla minaccia del demone Thorke. Le Leggi dell'Equilibrio tra le Forze del Bene e del Male stabiliscono che Caleb non possa muoversi dalla postazione che gli è stata assegnata, ossia Praga.
  • Le tre "zie" di Harlan intervengono nel processo denunciando la violazione della Legge dell'Equilibrio da parte di Nergal, che aveva provato a portare Harlan dalla sua parte mentre era ancora sotto la protezione della Legge (come raccontato nel n.51 "Tre vecchie signore")
  • Quando Hanneke va a trovare Harlan a Praga, ha la stessa pettinatura di Lisa, e questo causa una reazione scomposta del dampyr.
  • Hanneke, la poliziotta belga apparsa per la prima volta nel n.25 "Incubo fiammingo" e poi nel n.51 "Tre vecchie signore", solo in questa occasione viene a conoscenza della reale natura di Harlan, anche se qualche sospetto doveva averlo avuto, viste le vicende sinistre in cui era stata coinvolta durante le precedenti indagini svolte con il dampyr
  • Ritorna anche Sonderling, alias Gerolamo Sinistrari, alias Jerome Sombre, il diabolico alleato di Nergal che già nel n.23 "L'elisir del diavolo" provò a portare Harlan dalla parte del Male.
  • I dipinti di Gerolamo Sinistrari presenti nell'albo ricordano molto nello stile e nei soggetti quelli di Hieronymus Bosch, il pittore fiammingo vissuto nella seconda metà del '400 e noto per le sue rappresentazioni della follia e dell'incubo (Segnalazione di P.Laricchia).

Personaggi

Harlan
Kurjak
Tesla
Tess O'Day, alter-ego virtuale di Tesla
Caleb
Nikolaus
Nergal
Geerts, Hanneke
Vodnìk, Spirito del fiume
Sonderling
Dama Druj
Principe Arioch
Samael, Principe dei seduttori
Anyel
Meyrink, Gustav e Casanova, Giacomo, spok di Nikolaus
Reggente Uriel
Principe Iblis
Aysha, Vivien e Chloe, le tre "zie" di Harlan
Dagon
Savnok
Principe Abraxas

Locations

Praga Eblis Tribunale della Legge

Elementi

Demoni Inganni

Condividi questa pagina...