Salta direttamente al contenuto

Casa, dolce casa

Un altro divertissement sul tema vampiresco
Recensione di  |   | dampyr/


Casa, dolce casa
Dampyr 75 "Sposo della vampira, Lo"


Casa, dolce casa

Scheda IT-DP-75

Nel castello di Monforte de Estrela a Tres-os-Montes, Portogallo, il giovane regista Roland Kirby sta girando un film dell'orrore a basso costo. La location Ŕ perfetta per coreografia e atmosfera ma il castello non Ŕ disabitato come sembra e l'arrivo del regista con il suo entourage non Ŕ del tutto casuale, come scopriranno Harlan, Kurjak e i due giovani protagonisti del film.

Una famiglia unita

Continua il tour del Dampyr sulla base dell'elenco di Caleb sui possibili rifugi dei Maestri della Notte.
Casualmente la visita al castello di Monforte coincide con le riprese del film e immediatamente si palesa un'aria malsana. Lo stesso regista si comporta in modo ambiguo. In effetti il film Ŕ solamente un pretesto per permettere a Roland di riunirsi a una vampira da sempre legata alla famiglia Kirby e che dimora tra le mura del vecchio maniero. Ovviamente Harlan e Kurjak si intromettono mandando a monte gli ambiziosi propositi del giovane cineasta il tutto sullo sfondo di un imponente incendio che devasta la zona e circonda il castello rendendo l'aria irrespirabile.

Un dolce risveglio
Dampyr 75 Tavola 7

(c) 2006 SBE

Un dolce risveglio<br>Dampyr 75 Tavola 7 <br><i>(c) 2006 SBE</i>

Freschezza tra le fiamme

Non Ŕ certo la storia migliore scritta da Boselli per il suo personaggio ma certamente Ŕ un'avventura fresca, scorrevole e scritta con mestiere. Non ci sono colpi di scena e mancano le mirabolonati sequenze d'azione che hanno contraddistinto questa serie dalle altre di casa Bonelli. Nonostante questo la storia Ŕ buona e, dopo l'inizio che Ŕ un rimando piuttosto chiaro al capolavoro "Il crollo della casa degli Uscer" illustrato da Richard Corben, Harlan non strafÓ e anzi la sua figura rimane in secondo piano rispetto alla vicenda almeno fino alla fine quando Ŕ, giustamente, risolutivo. Buona la figura del regista che vuole proseguire la tradizione di famiglia cercando disperatamente di congiungersi con la bellissima Charmaine, la vampira che vive isolata nel castello da secoli. Il tutto sullo sfondo di un misterioso Maestro della Notte chiamato l'Emiro. Purtroppo spiccano il completo inutilizzo di Kurjak, che pure essendo presente non non fa altro che dire poche parole, e l'ennesima assenza totale di Tesla.

Una dolce castellana
Dampyr 75 Tavola 89

(c) 2006 SBE

Una dolce castellana<br>Dampyr 75 Tavola 89 <br><i>(c) 2006 SBE</i>

Il disegno di Alessandro Bocci Ŕ, come sempre, impeccabile e non presenta sbavature di sorta. Il suo realismo e il suo tratto nitido sono sempre piacevoli e sempre al servizio della storia, mai soverchianti. L'unica nota dolente sono le espressioni dei vari personaggi che difficilmente si didtinguono le une dalle altre.

Altro piccolo tassello

Attendendo che la saga di Harlan Draka si sviluppi ulteriormente ecco un altro divertissement sul tema vampiresco. Una storia sobria, estiva, da gustarsi sotto l'ombrellone coaudivata com'Ŕ dai soliti e bellissimi disegni di Alessandro Bocci.

Dampyr n.75, Sergio Bonelli Editore, brossurato, 98pp b/n, in edicola da luglio 2006, 2,50 euro

Vedere anche...

Scheda IT-DP-75

Condividi questa pagina...