Salta direttamente al contenuto

Ora degli assassini, L'

in morte del padre
Scheda di  |   | bonelli/


Ora degli assassini, L'
Shanghai Devil 10


uBCode: ubcdbIT-SHDEV-10

Ora degli assassini, L'
- Trama

Enea, il padre di Ugo è stato ucciso, al giovane italiano non resta che vendicarlo, contando sull'appoggio delle Lanterne Blu. Mentre la diplomazia delle potenze straniere pare impotente, si scatena la rivolta dei Boxer.

Valutazione

ideazione/soggetto
 4/7 
sceneggiatura/dialoghi
 5/7 
disegni/colori/lettering
 5/7 
 73

Recensione

data pubblicazione Lug 2012
testi (soggetto e sceneg.) di ubcdbGianfranco Manfredi
copertina di ubcdbCorrado Mastantuono
matite di ubcdbGiuseppe Barbati
chine di ubcdbBruno Ramella
copertine
Copertina Shanghai Devil n.10<br>Illustrazione di Corrado Mastantuono<br><i>(c) 2012 Sergio Bonelli editore</i>
tavole o vignette
L'addio di Ugo a suo padre<br>Vignette di Barbati e Ramella, pag.47<br><i>(c) 2012 Sergio Bonelli editore</i>
tag
, , , , ,

Annotazioni

  • Nella rubrica Al Dragone Volante, Gianfranco Manfredi riepiloga i fondamenti dei monaci Shaolin, impersonati nella serie dal personaggio di fantasia Chuang Lai.
  • Ai disegni c'è il ritorno della coppia Giuseppe Barbati alle matite e di Bruno Ramella alle chine, storico sodalizio di Magico Vento, già visti sul n.7, che realizzano un ottimo lavoro con uno stile chiaro e scorrevole.
  • Pag.29, appaiono le Pentole, altra setta segreta tutta al femminile, che diversamente dalle Lanterne Blu al servizio dell'imperatore deposto, Kuang Su, e delle Lanterne Rosse che combattevano con i Boxer, non erano combattenti, ma avevano esclusivamente compiti di collegamento tra i vari ribelli.
  • Pag.48, Ugo Pastore come Magico Vento: saluta definitivamente il padre, vedendo il suo spirito, come Ned Ellis si accomiatò dal suo maestro, lo sciamano Sioux Cavallo Zoppo, in Magico Vento n.6.
  • Pag.52, svelata l'identità di Tai Mien, uno dei misteri della serie; si tratta di Madame Niang, la tenutaria del bordello in cui era inserita l'innamorata di Ugo, Meifong.
  • Pag.54, incutono timori alle delegazioni occidentali i guerrieri Kansu, denominati Muslim Kansu Fighter, aggregati all'esercito imperiale per svolgere compiti di polizia.
  • Pag.60-63, macabro linciaggio dell'ambasciatore giapponese a Pechino, ripreso fortuitamente da un cineoperatore europeo.
  • L'addio di Ugo a suo padre
    Vignette di Barbati e Ramella, pag.47

    (c) 2012 Sergio Bonelli editore

    L'addio di Ugo a suo padre<br>Vignette di Barbati e Ramella, pag.47<br><i>(c) 2012 Sergio Bonelli editore</i>

Incongruenze


La frase

  • Ugo: "Di chiunque si tratti, non resteranno impuniti! Io non avrò pace finché non avrò vendicato mio padre! Niente potrà fermarmi!"
    Pag.19, Ugo proclama il suo giuramento.

Personaggi

Ugo Pastore
Evaristo Cazzaniga detto "Risto", trafficante d’armi
Ha Ojie attore amico di Ugo
Tai Mien giustiziere mascherato impersonato da Madame Niang
Wu Yu adepta delle Pentole
Barone Von Ketterel rappresentante della Germania in Cina
Mc Donald funzionario inglese
Akira Sugiyama [+]ambasciatore giapponese
Robert cineoperatore Hoffman capitano tedesco
Hung Shen [+]faccendiere cinese
Charles Knox tenente dei fucilieri inglesi

Locations

Taku: miniera tedesca e monastero buddista sulla strada
Pechino: abitazione di Ugo, quartier generale giapponese, ambasciata tedesca, consolato italiano, porto cittadino


Vedere anche...

Recensione

Condividi questa pagina...