Salta direttamente al contenuto

Redenzione del samurai, La

chambara alla bonelliana
Scheda di  |   | bonelli/


Redenzione del samurai, La
Le Storie 2


uBCode: ubcdbIT-LSTR-2

Redenzione del samurai, La
- Trama

Il giovane samurai Tetsuo deve affrontare un lungo viaggio nel Giappone medioevale, tra briganti di strada, villaggi vessati e infidi ninja, alla ricerca del suo maestro di spade e per riabilitare il suo onore.

Valutazione

ideazione/soggetto
 6/7 
sceneggiatura/dialoghi
 7/7 
disegni/colori/lettering
 6/7 
 94

Anteprima

data pubblicazione Nov 2012
testi (soggetto e sceneg.) di ubcdbRoberto Recchioni
copertina di ubcdbAldo Di Gennaro
disegni (matite e chine) di ubcdbAndrea Accardi
copertine
Copertina Le Storie n.2<br>Illustrazione di Aldo Di Gennaro<br><i>(c) 2012 Sergio Bonelli editore</i>
tavole o vignette
Scontri tra Samurai<br>tavola di Andrea Accardi, Le Storie n.2, pag.50<br><i>(c) 2012 Sergio Bonelli editore</i>
tag
, , , , , ,

Annotazioni

Il viaggio del samurai

La pubblicazione del secondo numero della collana Le Storie suggella la bontà dell'iniziativa della Sergio Bonelli editore, che ha deciso di sfruttare appieno l'enorme potenziale rappresentato dai numerosi autori a contratto, liberi finalmente di poter raccontare delle avventure, al di là dei vincoli e dai presupposti narrativi delle numerose serie con personaggi fissi.

L'ottima storia realizzata dalla affiatata coppia Roberto Recchioni e Andrea Accardi, racconta la vicenda di Tetsuo, giovane samurai alla ricerca, in un anonimo Giappone feudale, del suo maestro di spade, accusato di aver disubbidito al loro Daimyo, il loro signore.
I punti di forza di questo albo sono il perfetto bilanciamento nella sceneggiatura tra le scene d'azione e quelle maggiormente di introspezione, inframmezzate da dialoghi sempre brillanti, con un'efficace rappresentazione della desolazione invernale del Giappone feudale, grazie al segno quasi perfetto di Accardi, che alterna spettacolari tavole intere ad un iper-utilizzo delle linee cinetiche, negli scontri tra i samurai.
L'avventura del giovane e idealista samurai Tetsuo, che forse rivedremo in nuove future storie, oltre che a costituire per lui un vero e proprio percorso di formazione, accompagna il lettore in un viaggio all'interno dell'immaginario fumettistico giapponese, con la messa in scena di tutti quegli elementi, dall'onore dei samurai ai ninja, tipicamente presenti in questo genere di storie.
Bella ed efficace la copertina del maestro Aldo Di Gennaro, un altro valore aggiunto a una collana ben curata e innovativa.

Scontri tra Samurai
tavola di Andrea Accardi, Le Storie n.2, pag.50

(c) 2012 Sergio Bonelli editore

Scontri tra Samurai<br>tavola di Andrea Accardi, Le Storie n.2, pag.50<br><i>(c) 2012 Sergio Bonelli editore</i>

Note e citazioni

  • Secondo numero della collana Le Storie, edita dalla Sergio Bonelli editore, realizzato dalla coppia Roberto Recchioni e Andrea Accardi. Recchioni, soggettista e sceneggiatore romano, co-creatore di John Doe per l'Eura/Aurea editoriale, collabora con Bonelli dal 2007, su Dylan Dog. Accardi, disegnatore siciliano, premiato come miglior disegnatore italiano a Lucca nel 2004, esordisce con la casa editrice milanese dopo aver collaborato a serie come Mondo Naif, Esp, Lupin III e John Doe.
  • Gianmaria Contro, il curatore della collana, nell'articolo di presentazione, Story Teller, rivela che il primo titolo pensato per la storia era Chambara, termine giapponese che indica i film con combattimenti di Samurai, come Ran di Akira Kurosawa del 1995 e Zaitochi di Takeshi Kitano del 2003. Contro sottolinea anche la somiglianza di uno dei due protagonisti della vicenda, il samurai ribelle Jubei Shimada, con l'attore feticcio di Kurosawa, Toshiro Mifune.
  • Curiosa coincidenza: contemporaneamente all'uscita della Redenzione del Samurai, anche il n.9 di Lilith, Il mondo fluttuante, pubblicizzato per di più in terza di copertina, è ambientato nel Giappone feudale.
  • Pag.8, l'inizio della vicenda è ambientato presso la residenza di un anonimo Daimyo, la carica feudale più importante dell'epoca.Tetsuo Kogawa, il giovane samurai protagonista della storia, è il Kaishakunin del suo maestro, Jubei Shimada, ossia colui che durante il Seppuku, il suicidio rituale dei samurai per recuperare il proprio onore, decapita il suicida per fare in modo che il dolore non ne sfiguri il volto.
  • Pag.19-20, i protagonisti della vicenda sono Samurai, nobili militari del Giappone feudale, che come ricorda Tetsuo rispettano dei precetti riconducibili a sette virtù previste anche dal Bushido, la via del guerriero.
  • Pag.46, Tetsuo e Jubei devono affrontare degli Shinobi, termine giapponese che indica i Ninja, le spie nel Giappone feudale.

Incongruenze

La frase

  • Ichi: "Il samurai è svelto e forte. Egli ha un potere che deve essere utilizzato per il bene comune. Possiede compassione, coglie ogni opportunità per essere d'aiuto ai propri simili e se l'opportunità non gli si presenta, egli fa di tutto per trovarne una..."
    Pag.20, Ichi rammenta a Tetsuo quali siano le virtù dei Samurai.

Personaggi

Daimyo di Tetsuo e Jubei
Kitayama consigliere del Daymo
Tetsuo Kogawa allievo di Jubei Shimada
Jubei Shimadamaestro di spada
Ichi guerriero leggendario

Locations

Giappone
Han del Daymo
Nara villaggio


Vedere anche...

Anteprima

Condividi questa pagina...