Salta direttamente al contenuto

Guerra, La

vendette familiari tra le opere di Henri Rousseau
Scheda di  |   | bonelli/


Guerra, La
Jan Dix 7


uBCode: ubcdbIT-JNDX-7

Guerra, La
- Trama

Una serie di omicidi commessa da personaggi usciti dai quadri del pittore francese Rousseau si rivela legata alle tensioni di una famiglia della piccola borghesia olandese.

Valutazione

ideazione/soggetto
 5/7 
sceneggiatura/dialoghi
 5/7 
disegni/colori/lettering
 7/7 
 87
data pubblicazione Mag 2009
testi (soggetto e sceneg.) di ubcdbCarlo Ambrosini
disegni (matite e chine) di ubcdbPaolo Bacilieri
copertine
Jan Dix 7 <br>Copertina di Carlo Ambrosini<br><i>(c) 2009 Sergio Bonelli editore</i>
tag
, , ,

Annotazioni

Classico mistero giallo per Jan Dix, impegnato ad indagare su alcuni omicidi che sembrano commessi dai personaggi dei quadri di Henri Rousseau. Su un tema classico lo sceneggiatore Carlo Ambrosini si diverte a trovare una soluzione sorprendente, che non prevede nessun serial killer ossessionato dalla figura del pittore francese, la soluzione del caso si trova nell’estetica stessa dell’artista, capace di scatenare i sentimenti più controversi che albergano nell’animo umano. La storia narra di un dramma familiare della piccola borghesia, ma vi sono anche degli accenni alle difficili condizioni degli emigranti nel ricco Occidente, in maniera ovviamente mai scontata, come è abitudine dell’autore milanese.
Le straordinarie tavole di Paolo Bacilieri trasportano nel fumetto le figure e le ambientazioni create da Rousseau, in maniera encomiabile, trovando anche lo spazio per accompagnarci tra e nei i canali di Amsterdam.
La chiave della vicenda non è ovviamente la trama gialla e neppure l'arte di Rousseau ma riguarda principalmente la difficoltà di dominare le proprie passioni, sentimento che accomuna Dix e Olga, la fidanzata russa del fratello delle vittime, aspetto ben esemplificato dai quadri del pittore francese. Difatti, approfittando della lontananza della fidanzata, Jan Dix ne approfitta per proseguire la sua storia d’amore con l’ispettore De Clerk, conquistandosi senza ombra di dubbio la discutibile palma di fidanzato più fedifrago tra i personaggi Bonelli....

Note e Citazioni

  • Al centro della vicenda ci sono le opere del pittore Henri Rousseau, artista francese del XIX secolo detto il Doganiere, autodidatta, il cui stile elementare dai temi esotici verrà elogiato dalle avanguardie a lui posteriori.
  • Nella Posta di Dix è presentata l’ultima opera autoriale del disegnatore Paolo Bacilieri, Canzonein A 4, edita da Kappa edizioni.
  • Pag.10, la prima opera di Rousseau citata è La Guerra, olio su tela del 1894.
  • Pag.14, Dix ringrazia l’ispettore De Clerk per l’aiuto ricevuto con Rubilov, il barbone protetto dal giudice Hillman, nel n.3, Nostra signora delle api.
  • Pag.16, nel suo tentativo di seduzione di Vivi, Dix le annuncia che da 3 settimane non sente Annika, che per motivi lavorativi si trova in Finlandia.
  • Pag.37, il giovane testimone del secondo omicidio è un preparatissimo tifoso dell’Ajax, la squadra di calcio principale di Amsterdam e dell'Olanda intera.
  • Pag.38, gli autori del secondo omicidio arrivano direttamente dal quadro i Giocatori di Palla Ovale del 1908.
  • Pag.42, il solito influenzabile Dix non può che sognare di incontrare Vivi nel quadro Il Sogno del 1910, peccato che nel sogno chiami Annika.
  • Pag.58, il risveglio dellla Zingara Addormentata, quadro del 1897 è alla base della morte della III sorella Debeyssen.
  • Pag.114, è L'incantatrice di Serpenti del 1907 l'ultimo quadro evocato da Olga.
  • Pag.123, a rendere omaggio a Rousseau sono niente meno che Pablo Picasso, Georges Braque, e Gertrude Stein.

Incongruenze

La frase

  • Zingara"Ma che sta cercando di dimostrare, Dix"
    Incantatrice"E' uno stupido, non si gioca con i sentimenti... bisogna arrendersi all'amore"
    Guerra: "Cedere all'amore significa vivere in un costante stato di bisogno dell'altro... L'amore rende prigionieri"
    Zingara:"Non lo so... lui comunque ha ceduto su tutta la linea... si è reso talmente ridicolo..."
    "Che dovrebbe fare a questo punto? Implorare di essere perdonato?..."
    Giocatore di palla ovale:"Potrebbe non bastare."
    Guerra:"Se non suona quel telefono c'è poco da fare."
    Pag.129-130, i personaggi di Rousseau si confrontano rispetto alla situazione amorosa di Dix

Personaggi

    Dix, Jan
    De Clerk, Vivi ispettore polizia
    Mergen poliziotto
    Efrod garzone macelleria Debeyssen
    Debeyssen, Willem
    Debeyssen, Hylde [+]sorella di Willem
    Debeyssen, Irma [+]sorella di Willem
    Jaspar giovane testimone
    Maverick commissario polizia olandese
    Kuspin, Olga compagna di Willem
    Annika la fidanzata di Dix
    Picasso alla festa finale di Rousseau Georges alla festa finale di Rousseau Gertud alla festa finale di Rousseau Rousseau La Guerra personaggio del quadro di Rousseau L'incantatrice personaggio del quadro di Rousseau La Zingara personaggio del quadro di Rousseau Giocatore di palla ovale personaggio del quadro di Rousseau

Locations

    Amsterdam
    Parigi nel racconto di Olga

    Condividi questa pagina...