Salta direttamente al contenuto

Quando gli eroi si incontrano/2

l'aggiornamento dei team-up, cross-over e cameo in casa Bonelli
Articolo di  |   | bonelli/


Quando gli eroi si incontrano/2
 


Quando gli eroi si incontrano/2

Articolo

Ormai 11 anni e mezzo fa uBC pubblicò un articolo ("Quando gli eroi si incontrano") che trattava l’argomento dei vari team-up e cross-over avvenuti tra i personaggi della Sergio Bonelli Editore.

Oggi ripeschiamo il tema per completare e dare un seguito a quella nota con gli incontri e i piccoli cameo avvenuti successivamente.

Il Detective dell'Impossibile e l'Indagatore dell'Incubo

Tutti sanno che Martin Mystère e Dylan Dog sono grandi amici e che inoltre si occupano di casi simili, cosa che porta un po’ di confusione, come per esempio in Martin Mystère 129-130, "Aria di Baker Street", dove Martin si trova a Londra e viene scambiato da una signora per l’Indagatore dell’Incubo. I due si ritrovano insieme in un pugno di vignette di MM 200, "Lo spettro della luce", quando vengono radunati a New York i massimi esperti del paranormale per risolvere un curioso mistero in un hotel. Martin Mystère ogni tanto ricorda le avventure vissute insieme al suo amico inglese, come accade in MM 133-134, "Nea Heliopolis" e in MM 164-165, "La vita segreta di Diana Lombard". A sua volta Dylan Dog trova alcune teorie del suo collega assurde, consultando uno dei suoi "Atlas of the Unknown" in DD 76, "Maledizione nera". Assistiamo ad un atipico cross-over tra l’indagatore dell’incubo e il detective dell’impossibile in Dylan Dog 41, "Golconda"", dove il professor Mortimer della serie francese Blake e Mortimer viene rapito dalle fate e Martin Mystère, in MM 137-138, "Il regno delle fate", lo ritrova mentre è in visita nel loro regno. Nel racconto breve del 1992 del Detective dell'Impossibile, "La spada nella roccia", fa un breve e comico cameo Dylan Dog, mentre Martin Mystère e Java visitano Lucca Comics.

Dylan Dog legge un libro scritto da Martin Mystère
disegni di F.Tacconi, Dylan Dog n.76

(c) 1993 Sergio Bonelli Editore

Dylan Dog legge un libro scritto da Martin Mystère<br>disegni di F.Tacconi, Dylan Dog n.76<br><i>(c) 1993 Sergio Bonelli Editore</i>

Il Pilota e il Professore

Altro grande amico di Martin è Jerry Drake, alias Mister No. I due si sono incontrati di persona per l’ultima volta in MM 260, "Il destino di Annabel Lee", chiudendo la vicenda che li vide entrambi coinvolti diciotto anni prima in MM 40-42, "La reincarnazione di Annabel Lee". Precedentemente, in MM 219-220, "Il regno delle Amazzoni", avevano unito e coordinato le loro forze, tra gli USA e il Brasile, per sventare la minaccia delle Amazzoni che volevano estinguere il genere maschile. In MM 186, "Sulle tracce dell'invisibile", il professore s’imbatte nello stesso esperimento raccontato in passato in un’avventura di Mister No a Filadelfia in MN 44-45, "Minaccia invisibile".

Diana e Jerry organizzano il piano d'azione
disegni di L.Ardini, Martin Mystère n.220

(c) 2000 Sergio Bonelli Editore

Diana e Jerry organizzano il piano d'azione<br>disegni di L.Ardini, Martin Mystère n.220<br><i>(c) 2000 Sergio Bonelli Editore</i>

Incontri nel futuro

Molto prima che Nathan Never incontrasse la versione robotica del detective dell’impossibile, l’agente Alfa aveva fatto un breve cameo nella storia dell'Almanacco del Mistero 1992, "Ritorno all’Eden", quando Kut Humi lo vede attraverso una piega spazio-temporale. Nel Maxi Mystère 1, "Gli uomini rettile", invece Martin Mystère incontra un Venerabile, rappresentante della razza di dinosauri intelligenti visti in azione in Nathan Never 97-98, "Oltre il tempo e lo spazio".
Nathan Never dimostra ancra una volta di essere un fan del detective dell’impossibile quando recupera dalle ceneri della sua casa natale la ristampa Tutto Mystère del mitico MM 1, "Gli uomini in nero", nella storia contenuta nell'Almanacco della Fantascienza 1995, "Storie di un futuro passato". Quell'albo sarà ereditato da Nemo, il clone di Nathan, che lo custodirà gelosamente in una bolla di vetro nella sua biblioteca personale nel Nautilus, come visto nel Gigante 2, "Odissea nel futuro".
Nell'Albo Gigante 5, "Nemo", oltre al fatto che nelle prime pagine un bimbo indossa una maglietta con il simbolo di Zagor, ritorna Mister Jinx , personaggio nato nelle avventure di Martin Mystère, e il suo computer biologico. Ritroviamo l'invenzione di Mister Jinx anche in NN 80, "Dopo la rivoluzione", e la copia robotica di Martin Mystère, nello speciale Generazioni, dove incontra gli scienziati della S.T.I.C., apparsi per la prima volta nell'Albo Gigante 1, di Nathan Never, "Doppio futuro", per raccontare loro le avventure vissute insieme agli agenti alfa.
L’ultimo incontro tra Nathan Never e il BVZR avviene nello speciale n.18, "Terrore senza nome". La conclusione della storia non è delle più felici, specialmente quando viene presentato il detective dell’impossibile, ritiratosi a far vita da eremita e destinato a non entrare mai nel vivo dell’azione, agendo solo da consulente esterno. Sarà per disposizioni dall’alto o per difficoltà nel gestire un personaggio di quel calibro, ma era meglio lasciare nel dimenticatoio il personaggio del Martin robot piuttosto che snaturarlo in quella maniera.

Nathan presenta Martin a Branko
disegni di P.Di Clemente, Nathan Never Speciale 18

(c) 2008 Sergio Bonelli Editore

Nathan presenta Martin a Branko<br>disegni di P.Di Clemente, Nathan Never Speciale 18<br><i>(c) 2008 Sergio Bonelli Editore</i>

Spiriti con la scure

In Storie da Altrove 4, "L'uomo che raccontava storie", e MM 196-197, "La città dei cinque anelli", degli agenti di Altrove ricordano la collaborazione di Zagor, lo Spirito con la Scure, con Edgar Allan Poe, l’agente Raven, per sconfiggere il geniale professor Hellingen, in Zagor 376-379, "Ombre su Darkwood".
Nel secondo incontro Martin Mystère Dylan Dog, "La fine del mondo", compare il Pisum Alatum, insetto creato da Guido Nolitta in Zagor 41-43, "Il mostro della laguna", e ricomparso in Cico esploratore.
In MM 242-243, "La scure incantata", assistiamo ad un assurdo inside-joke (o team-up tarocco) dove Martin indaga su un giustiziere chiamato Za-Te-Nay (?) di Darkweed (?). Non si comprende appieno perché non si sia fatto partecipare il vero Zagor, dato che i due personaggi vivono nello stesso universo fittizio: Zagor ha collaborato con Altrove e si è visto in varie serie dedicate a Martin Mystère ed infine scopriamo, nell'albo gigante 6, "L'Isola di ghiaccio e di fuoco", che il professore di New York possiede addirittura una foto di Cico! Infine in MM 111-113, "Il passato di Java", nella striscia umoristica di Zio Boris che Java sta leggendo appaiono Zagor e Tex.

Martin sulle tracce di Za-Te-Nay
copertina di G.Alessandrini, Martin Mystère n.242

(c) 2002 Sergio Bonelli Editore

Martin sulle tracce di Za-Te-Nay<br>copertina di G.Alessandrini, Martin Mystère n.242<br><i>(c) 2002 Sergio Bonelli Editore</i>

Team-Up vari

Ci sono altri incontri che coinvolgono altri personaggi, oltre ai 5 big finora citati. In Napoleone 42, "Le spoglie del guerriero", l'albergatore italo-svizzero e Dylan Dog si trovano gomito a gomito nell'affrontare un esercito di zombie. L’apparizione dell’indagatore dell’incubo, che appare in quanto personaggio dei fumetti, potrebbe apparire in parte come un tentativo per rialzare le vendite di una serie destinata alla chiusura entro un anno. In realtà è stato un omaggio dell'autore Carlo Ambrosini alle atmosfere della serie più famosa cui ha collaborato.

Napoleone e Dylan Dog
disegni di G.Ornigotti, Napoleone n.42

(c) 2004 Sergio Bonelli Editore

Napoleone e Dylan Dog<br>disegni di G.Ornigotti, Napoleone n.42<br><i>(c) 2004 Sergio Bonelli Editore</i>

Un’indiscrezione relativa allo speciale Dampyr 2, "Gli orrori di Londra", riporta che in tale albo si dovevano incontrare il protagonista e Dylan Dog, approfittando della trasferta nella capitale inglese di Harlan Draka, delle atmosfere simili delle testate e dalla presenza ai pennelli di Giovanni Freghieri, firma storica dell'Indagatore dell'Incubo. Sembra che all’ultimo momento si sia preferito soprassedere e l'agognato team-up rimase nella penna degli autori. Jonathan Steele, in JS 25, "Un nuovo mondo", incontra l’anziana Karen Janacek, alias l’ex-legionaria Cleo Haddad della Legione Stellare, miniserie apparsa su Zona X. Questa storia è molto godibile sotto molti punti di vista, la firma è quella di Memola e Giardo, gli stessi autori della miniserie, che riprendono i loro personaggi e li fanno interagire con quelli dell’Agenzia Investigazioni Magiche e grazie ad un espediente notevole, Jonathan incontra all’interno di un videogioco, creato dal nipote di Karen/Cleo, tutti i membri dell’astronave Lutezia.
Martin Mystère, in MM 93-94, "Una storia di Natale", chiama la polizia e parla al telefono con l’agente Ward Mulligan, collega di Nick Raider, che fa un breve cameo, mentre in Nick Raider 19, "Il rapimento", tocca a Zagor, Mister No, Martin Mystère e Dylan Dog comparire brevemente.
Nel futuro di Gregory Hunter, in GH 1, "Il ranger dello spazio", appare la prima striscia di Zagor, "La foresta degli agguati" e non soprenderà nessuno sapere che Legs Weaver è una fan dei fumetti di Tex, come visto in LW 51, "Gli amori difficili".
Brendon, a Old London, passa davanti alle rovine di Craven Road n° 7 e del maggiolone di Dylan Dog, nel n. 11, "Ritorno al passato", e del negozio Safarà nel n.20, "Sogni di sangue". Zagor e Cico a loro volta navigando sul lago Ontario trovano rifugio nelle rovine del Forte dei Lupi del Comandante Mark , nello Speciale Zagor 14, "Soldati fantasma".
In Tex 581-582, "Lo sceriffo indiano", vediamo Ken Parker, in un fugace cameo, alle spalle di Tex Willer. In Storie da Altrove 2, "La cosa che attende nella nebbia", ci sono diversi camei: Dylan Dog & Martin Mystère, il professor Hellingen, Mefisto, il nemico di Tex, e si vedono anche alcune astronavi della serie di Nathan Never. In Dylan Dog 86, "Storia di un povero diavolo", c’è un inside-joke con Mister No che appare in una pubblicità di una bibita tropicale e viene chiamato Mister Amazonas.


Vedere anche...

Articolo

Condividi questa pagina...