ubcfumetti.com
Indice del SitoNovitÓ !Cerca nel SitoScrivi a uBC
DatabaseSchede





Pagine correlate:

  Non umani
Codice: [1] 94pp
Rating:
scheda di Giorgio Loi

    Soggetto/Sceneggiatura:
    Tito Faraci
    Disegni/Copertina:
    Bruno Brindisi / Fabio Celoni
    Lettering:
    Luca Corda

    SERIE REGOLARE
    n1 "Non umani" - 94pp - 05.05
    (5k)


In due parole. . .

Nel 1956 il cielo di New York ´┐Ż oscurato da gigantesche astronavi guidate da repellenti rettili, intelligenti e bellicosi, che in breve tempo spazzano via le antiquate difese terrestri e riducono la specie umana in schiavit´┐Ż. Brad Barron, veterano della Normandia che nell'invasione ha perduto tutto, il suo mondo e i suoi affetti, trova la forza di ribellarsi agli alieni. Forse un uomo solo non potr´┐Ż salvare il mondo, "ma qualcuno dovr´┐Ż pur cominciare".


Note e citazioni

  • Prima miniserie a cadenza mensile per la Sergio Bonelli Editore. La saga di Brad Barron ha una lunghezza predeterminata, 18 albi, che non verr´┐Ż modificata indipendentemente dal successo commerciale che riscuoter´┐Ż (come dichiarato espressamente da Sergio Bonelli a Cartoomics 2005). Nel passato della SBE abbiamo avuto casi simili, ma non uguali. La "Storia del West" era nata come serie a termine, ma la lunghezza di 75 albi non permette di qualificarla come miniserie; "Gea" ´┐Ż una miniserie di 20 albi, ma di cadenza semestrale e opera esclusiva di un singolo autore, quindi distante dalla tradizionale collana bonelliana; "Napoleone" fu presentato come miniserie di 8 albi, ma solo per saggiare l'accoglimento del pubblico, e infatti la serie prosegue tuttora.
  • La vicenda prende l'avvio a New York, nel 1956.
  • Il protagonista, ex soldato tutto d'un pezzo, coraggioso e dal cuore puro, ora brillante ricercatore universitario con due bellissime e biondissime moglie e figlia, rappresenta alla perfezione l'archetipo della middle class americana di met´┐Ż secolo scorso, espressione pura e incontaminata dell'american way of life. Un personaggio agli antipodi degli (anti)eroi dei fumetti degli ultimi trent'anni almeno.
  • Per il volto di Brad, il copertinista e creatore grafico Fabio Celoni ha usato come modello l'attore George Clooney, anche se in fase di messa a punto se n'´┐Ż poi scostato. L'anteprima di quarta di copertina ci anticipa che le fattezze di Brad varieranno parecchio da disegnatore a disegnatore.
  • Al pari di tutti i suoi fratelli bonelliani, anche Brad possiede un'esclamazione-tormentone: "La malora!"
  • Le coste dei 18 albi, poste in ordine una accanto all'altra, formeranno il disegno del volto del protagonista.
  • Il tema dell'invasione degli alieni cattivi ´┐Ż stato largamente usato nei decenni passati, ma negli anni cinquanta era un vero e proprio leit-motif della cinematografia americana, metafora della minaccia d'invasione sovietica. Impossibile, quindi, elencare tutte le fonti d'ispirazione dirette (o indirette) di questa miniserie. Tra i classici merita menzionare almeno "La guerra dei mondi" e, pi´┐Ż recentemente, la serie TV "Visitors", il parodistico "Mars Attacks!" e il patriottico "Independence Day".
  • A livello letterario il riferimento pi´┐Ż diretto ´┐Ż invece quello al ciclo "Worldwar", di Harry Turtledove. Anche l´┐Ż abbiamo un'invasione della terra durante la seconda guerra mondiale da parte di rettiloni tecnologicamente avanzati ma un po' "tardi", lenti nell'evoluzione e nell'adattamento. (segnalazione di Luigi Ferrini)
  • La distruzione dell'Empire State Building per mezzo di un raggio di energia che cala verticalmente da una gigantesca astronave, a pag.68, ´┐Ż inequivocabilmente ripreso dal gi´┐Ż citato "Independence Day".
  • Il nome della specie aliena, Morb, addirittura sfacciato nella sua implausibilit´┐Ż, ´┐Ż tuttavia efficace per definire un nemico crudele e repellente, che va combattuto senza quartiere.
  • L'arena-laboratorio dove Brad e altri compagni di sventura combattono contro mostruose creature con armi bianche richiama i giochi circensi dell'antica Roma. Il riferimento cinematografico pi´┐Ż recente ´┐Ż "Il gladiatore".
  • Analogamente anche il flashback dello sbarco in Normandia ´┐Ż, probabilmente, ispirato alla sua pi´┐Ż recente trasposizione cinematografica, vale a dire "Salvate il soldato Ryan".
  • Il numero con il quale Brad ´┐Ż catalogato dai suoi carcerieri alieni, il 9, assieme allo slogan "Non sono un numero, sono un uomo!", ´┐Ż una citazione dal serial televisivo fantascientifico (autentico cult) inglese degli anni sessanta, "Il prigioniero", dove il protagonista era schedato come Numero 6. (segnalazione di Emanuele De Sandre)
  • Il collare-dolorifico che permette ai Morb di soggiogare i loro prigionieri ´┐Ż un altro tema ricorrente nella fantascienza, con numerose varianti. Un esempio ´┐Ż dato dal film "La fortezza", anche se l´┐Ż agiva allo stomaco e non al collo.
Incongruenze
  • Tecnologia a parte, soprattutto aerea, i Morb non presentano caratteristiche di invincibilit´┐Ż tali da giustificare una superiorit´┐Ż cos´┐Ż schiacciante rispetto alle forze terrestri, e infatti Brad li mitraglia che ´┐Ż un piacere. Eppure, non si sa perch´┐Ż, nessuno a parte il protagonista ´┐Ż capace di opporre la minima resistenza. I militari stessi se la fanno sotto e si fanno ammazzare tra i piagnistei. E' chiaro che l'impostazione della miniserie prevedeva un'invasione che si concludesse negativamente per i terrestri, e sicuramente nei prossimi albi assisteremo a episodi di guerriglia e resistenza a spese degli alieni, ma tutto ci´┐Ż non giustifica la totale assenza di scene di scontro fra militari terrestri e Morb, scene che tra l'altro (a nostro modestissimo avviso) avrebbero anche dato un po' pi´┐Ż di pathos all'episodio.
La frase
  • "Ho la mia rabbia, che ´┐Ż la mia forza. Ho la mia libert´┐Ż, che non mi lascer´┐Ż mai pi´┐Ż togliere. E ho la speranza di ritrovare mia moglie e mia figlia, la mia famiglia. Nessun uomo, da solo, pu´┐Ż salvare il mondo, ma qualcuno dovr´┐Ż pur cominciare."
    Brad, pag.98


Personaggi

Brad Barron gi´┐Ż veterano della seconda guerra mondiale, ora docente di biologia e autore di un trattato sulle ipotesi di vita extraterrestre. Gloria e Lucy Barron [+?] rispettivamente moglie e figlia di Brad. John Brown [+] o "numero 22", prigioniero dei Morb, muore nell'arena per salvare Brad. Colonnello Rowen dell'esercito degli Stati Uniti, si rivolge a Brad come esperto di forme di vita extraterrestri. Har-Kar comandante in capo della flotta d'invasione Morb. Ran-Kon alto membro della casta degli scienziati Morb. Sergente Cooper [+] dell'esercito degli Stati Uniti, muore accanto a Brad durante l'invasione.

Locations

New York 1956 Casa di brad Barron New York Laboratorio-carcere dei Morb New York Base militare nei pressi di New York

Elementi

Alieni Morb Invasione extraterrestre Esperimenti sugli umani Distruzione civilt´┐Ż umana Ambientazione e tematiche anni cinquanta II guerra mondiale e sbarco in Normandia (flashback)
 

 


 
(c) 1996 uBC all right reserved worldwide
Top
http://www.ubcfumetti.com §