Salta direttamente al contenuto

I druidi di Istil, Jigourel, Lamontagne

magica Bretagna
Recensione di E.Romanello |   | bandesdessinees/


I druidi di Istil, Jigourel, Lamontagne
I druidi


La Panini Comics aggiunge un nuovo titolo del fumetto franco belga contemporaneo con la pubblicazione de "I druidi", recente successo d’oltralpe, realizzato a sei mani da Jean Luc Istin, Thierry Jigourel e Jacques Lamontagne, i primi due francesi, il terzo canadese francofono.

Le vicende narrate nei due volumi usciti finora, "Il mistero degli Ogham" e "La lancia di Lug" raccontano quello che è stato uno dei tanti scontri di civiltà nel corso della Storia, uno scontro avvenuto tra l’altro non in qualche landa remota d’Oriente, ma nel cuore d’Europa. Come suggerisce il titolo, si tratta dello scontro tra il cristianesimo, ormai diventato religione di Stato dopo secoli di persecuzioni nell’ormai agonizzante Impero romano, e l’antica religione celtica, rappresentata dalle sue figure più caratteristiche, i sacerdoti druidi.

D’accordo, non è un argomento nuovo, ma è sempre efficace, forse perché metaforico dei tanti cambiamenti e scontri del presente: gli autori non si concentrano tanto, come altri prima di loro, sulla Britannia tra paganesimo e cristianesimo delle leggende di Re Artù, ma raccontano l’epopea di un’altra terra celtica, la Bretagna, ancora oggi legatissima alle sue radici tanto da sentirsi da sempre altro rispetto al resto della Francia a cui tra l’altro fu annessa di forza. Si potrebbe ironizzare un po’ sull’abitudine francese di rifarsi alle proprie storie, ma i toni sono comunque universali e curati, capaci di raccontare una storia che si fa universale e nello stesso tempo particolare, in una Bretagna che è e resta uno dei luoghi più magici e suggestivi del vecchio continente.

Chi conosce un po’ di tradizioni bretoni troverà nelle pagine di questo fumetto la ripresa di alcune di queste leggende, da quella della principessa che portò la sua città ad essere inghiottita dalle acque alle battaglie e invasioni raccontate in poemi e leggende. Del resto, lo sceneggiatore Thierry Jigourel è un giornalista e divulgatore da sempre appassionato di cultura bretone antica, e questa sua conoscenza e passione traspaiono dalle pagine de "I druidi". Ambientato nel V secolo della nostra era, "I druidi" si pone come genere in una zona mista tra lo storico e il fantasy, raccontando tra realtà e fantasia un periodo agli albori dell’Europa. Un genere, quello del fantasy storico, che periodicamente torna in letteratura, cinema e fumetto, a raccontare le radici tra mito e realtà, senza pretese di nazionalismo e celebrazione, ma creando eroi e nemici.

Un dettaglio
disegni di Jigourel e Lamontagne

(c) 2013 Panini Comics

Un dettaglio<br>disegni di Jigourel e Lamontagne<br><i>(c) 2013 Panini Comics</i>

Il mondo de "I druidi" rivive dalle pagine del fumetto grazie poi ai disegni di Jean Luc Istin e Jacques Lamontagne, con colori tra il pastello e il vivido, che portano alla vita druidi, soldati, sacerdotesse, preti, oppressori, oppressi, tra foreste profonde come l’eternità, mari sconfinati, castelli e fortezze, città e campagne.

Un titolo interessante, ancora in corso di pubblicazione in Francia, e che quindi riserverà nuove uscite, per raccontare una storia di cui si sa l’esito ma che non per questo perde fascino o diventa meno avvincente.

I druidi di Jean Luc Istin (testi) e Thierry Jigourel e Jacques Lamontagne (disegni e colori) - Panini Comics - € 13,00

Condividi questa pagina...