Salta direttamente al contenuto

Michel Vaillant (e le BD) a basso costo

nuove strategie editoriali per il fumetto franco-belga in Italia
Articolo di  |   | bandesdessinees/


Michel Vaillant (e le BD) a basso costo
Michel Vaillant e BD


Michel Vaillant (e le BD) a basso costo

Un campione leggendario

Davvero interessante, e non solo per il valore del personaggio, la nuova proposta fumettistica allegata dal 5 dicembre al quotidiano La Gazzetta dello Sport, dedicata a Michel Vaillant.

Fumetto della scuola franco-belga creato da Jean Graton nel 1957, e ancora oggi in prosecuzione con altri autori (e dopo 70 numeri, il personaggio sta avendo proprio in questi mesi un restyling per catturare l'interesse dei lettori più giovani), Michel Vaillant è senz'altro il miglior esempio possibile di nuvole parlanti ambientate nel mondo dei motori.

Campione di Formula 1 della scuderia di famiglia (la Vaillante), Michel vive avventure sulle piste di ogni categoria, in tutto il mondo, che miscelano passione per lo sport, azione, commedia e giallo. L'ambiente delle corse è ricostruito con grande realismo nei suoi vari elementi, e al fianco di Michel compaiono spesso i più famosi piloti del momento: leggendo le sue storie si possono, così, ripercorrere i cambiamenti tecnici e regolamentari avvenuti in decenni di competizioni, mentre il segno grafico di Graton illustra con grande dinamismo e un coreografico utilizzo delle onomatopee (un'autentica colonna sonora che sottolinea il frastuono dei motori) le sequenze dedicate alle gare.

Tutti questi elementi sono già percepibili nell'episodio di partenza scelto per l'antologia della Gazzetta, Brivido a Monza, originariamente pubblicato nel 1968. La storia presenta i principali protagonisti della serie: Michel Vaillant, coraggioso ed umanissimo campione; Steve Warson, il grande amico e rivale; Jean-Pierre Vaillant, fratello di Michel, progettista e capo della sezione corse; Henri Vaillant, il saggio padre e fondatore della casa automobilistica; Françoise Latour, la giornalista destinata a diventare moglie di Michel.

Farà probabilmente storcere il naso ai puristi la pubblicazione in ordine sparso degli episodi (Brivido a Monza corrisponde al 18esimo volume). In effetti, l'iniziativa della Gazzetta sembra rivolta a un target diverso dai frequentatori di fumetterie e fiere di settore, quelli che magari stanno già seguendo la riproposizione cronologica, in versione lussuosa, pubblicata dall'editore Nona Arte. Quest'ultimo, si legge nei credits, sta curando anche l'edizione della Gazzetta e, si può immaginare, non insegue il masochistico intento di "cannibalizzare" o "svendere" il prodotto di cui detiene i diritti per l'Italia, quanto di espanderne la popolarità in altri segmenti di mercato. Dal canto suo, La Gazzetta dello Sport può rendere redditizio un prodotto venduto a prezzo popolare in virtù della sua presenza capillare nelle edicole di tutta Italia. Brivido a Monza, pertanto, è stato selezionato come albo di partenza probabilmente per catturare l'attenzione del lettore italiano "medio" che, fino a poche settimane fa, sulle pagine della Gazzetta ha seguìto le cronache di uno dei campionati di Formula 1 più avvincenti degli ultimi anni.

Anche se cronologicamente è poco ortodossa, l'iniziativa della Gazzetta presenta comunque altri interessanti aspetti di strategia editoriale, oltre a quelli già evidenziati.

Michel osserva la Vaillante guidata dall'amico Steve
illustrazione sul retro copertina de Le storie di Michel Vaillant n.1 (Gazzetta dello Sport)

(c) Jean Graton - Graton Editeur - Dupuis, 2012

Michel osserva la Vaillante guidata dall'amico Steve<br>illustrazione sul retro copertina de Le storie di Michel Vaillant n.1 (Gazzetta dello Sport)<br><i>(c) Jean Graton - Graton Editeur - Dupuis, 2012</i>

Un mercato dinamico

Molta acqua è passata sotto i ponti da I classici del fumetto di Repubblica, l'iniziativa che nel 2003 diede il via alla pratica, cresciuta nel tempo esponenzialmente, di allegare fumetti a quotidiani e riviste. Abbiamo visto le proposte più varie da parte dei principali editori, ora legate ad un personaggio, ora a una tematica, con volumi caratterizzati spesso da una foliazione di centinaia di pagine, a cadenza per lo più settimanale e a un prezzo in genere compreso tra i 6 e i 12 euro (a seconda del prestigio dell'edizione) da aggiungere a quello della rivista/quotidiano.

Ma in questo periodo di grave e perdurante crisi economica, purtroppo, un esborso di cifre di per sé non elevate, ma ogni settimana, pur a fronte di edizioni di buona qualità, può diventare un impegno troppo gravoso. Senza contare i ripetuti prolungamenti ben oltre la numerazione inizialmente annunciata di queste nuove edizioni, che in alcuni casi le hanno di fatto trasformate in opere dalla durata indeterminata (si pensi ai casi della Collezione Storica di Tex, passata da 50 a 239 uscite, o al Batman la leggenda di Panorama, da 10 a 100)... con problemi non solo di costo, ma anche di spazio da recuperare in casa. ;-)

In giro per la rete

Michel Vaillant
il sito ufficiale (in francese)

Gazzetta Store
il piano editoriale dell'iniziativa

Nona Arte
casa editrice

GP Publishing
casa editrice

Editoriale Cosmo
casa editrice

Editoriale Aurea
casa editrice

Panini Comics
casa editrice

Mondadori
casa editrice di Historica

Michel Vaillant si distingue per alcuni aspetti dagli esempi che l'hanno preceduto: una veste grafica meno ricca (leggera brossura) ma dignitosa, foliazione contenuta (64 pagine) con un episodio completo e, di conseguenza, un prezzo contenuto: dopo le prime tre uscite al prezzo simbolico di 1 euro, il resto della collana proseguirà a 2,99 euro a numero oltre il prezzo del quotidiano, e l'acquisto diretto in edicola è incentivato dal prezzo raddoppiato per la richiesta degli arretrati. Meno pagine e un costo minore, dunque: facendo un paragone in parte audace, è un po' la logica che nel campo alimentare è stata introdotta per taluni prodotti preconfezionati studiati per la categoria dei single, in quantità inferiori e a prezzi quindi, se non vantaggiosi in proporzione, più bassi in valore assoluto. Tornando a parlare di fumetti allegati ai quotidiani, il costo contenuto, insieme ad una dimensione delle tavole che non mortifica l'originale e alla stampa su una buona carta a colori, assegna al Michel Vaillant della Gazzetta un ottimo rapporto qualità-prezzo, ideale per acquisti ripetuti ogni settimana.

Come accennato in precedenza, l'edizione si presenta low cost, tuttavia, non solo nei confronti degli altri allegati in edicola, ma anche rispetto al prezzo medio con cui i fumetti della scuola franco-belga (all'estero distribuiti direttamente in libreria in prestigiose edizioni) sono tradizionalmente pubblicati: per un singolo albo di 50-60 pagine, in versione a colori, cartonata e rilegata, si va dai 13 ai 17 euro in genere anche in Italia.

La distribuzione dei fumetti franco-belgi nel nostro paese, del resto, negli ultimi mesi sta vivendo una fase effervescente e di rottura rispetto al passato. Anche se, va precisato, il fenomeno riguarda principalmente le nuove edizioni di storie già pubblicate in precedenza, piuttosto che gli inediti, e talvolta la pubblicazione avviene in bianco e nero a dispetto dell'originale a colori. Ne riportiamo alcuni esempi.

Puntano ai personaggi di nicchia i nuovi editori Gp Publishing e Cosmo, che in edicola hanno portato un ampio repertorio di titoli ospitati in passato anche su riviste e quindi difficili da reperire (Comanche, Durango, Jonathan Cartland, Lo Sparviero, Gil St. André, Lester Cockney, Voyager), in bianco e nero e nel formato bonelliano di 100 pagine che, se da un lato è penalizzante per l'effetto "rimpicciolimento" delle tavole, dall'altro permette di leggere due episodi a 2,90 euro.

L'Editoriale Aurea, dal canto suo, sta ristampando la nota serie di spionaggio e fantapolitica XIII in albi sempre di 100 pagine in bianco e nero, con due episodi alla volta ma con un formato più grande, a 3 euro, e prossimamente rilancerà il celebre western Blueberry.

Fuori dal circuito delle edicole, Panini Comics ha trovato una differente soluzione per la ristampa del fantasy Thorgal: eleganti raccolte brossurate di quattro episodi a colori, con un formato leggermente più piccolo dell'originale, a 17-19 euro.

Andando in libreria vi sarà poi capitato di scorgere, nella sezione fumetti, le nuove edizioni degli albi classici di Asterix (capostipite in Italia del fumetto francese venduto in costoso cartonato), riproposti dalla Mondadori in agili fascicoli brossurati a 6,90 euro, sempre a colori e con tavole dalle dimensioni assimilabili alla versione più prestigiosa. Lo stesso editore ha poi lanciato la collana mensile Historica che propone, in edicola, fumetti d'autore sui grandi eventi storici, prevalentemente di scuola francese e inediti in Italia, in volumi cartonati di grande formato e a colori che raccolgono quattro albi originali a 12,99 euro.

Michel Vaillant con La Gazzetta dello Sport
la cover del volume 1, equivalente al n.18 della serie regolare

(c) Jean Graton - Graton Editeur - Dupuis, 2012

Michel Vaillant con La Gazzetta dello Sport<br>la cover del volume 1, equivalente al n.18 della serie regolare<br><i>(c) Jean Graton - Graton Editeur - Dupuis, 2012</i>

L'iniziativa della Gazzetta dello Sport, caratterizzata da un rapporto qualità-prezzo molto elevato, si inserisce pertanto in un trend in corso che vede le nuove edizioni italiane dei fumetti franco-belgi riposizionarsi in una fascia di prezzo più accessibile. Il progetto potrebbe segnare uno spartiacque nel comparto dei fumetti allegati a quotidiani e riviste, dando il via ad un cambio di strategia, come avviene in molti settori in tempi difficili per rispondere a un mercato in ristagno se non in contrazione.

E chissà che in futuro altri "cari" (non solo in termini affettivi) personaggi classici delle Bandes Dessinées non si aggiungano al gruppo.

Condividi questa pagina...